Spedizioni gratuite per ordini superiori a € 50,00
Dermatite Atopica

Dermatite Atopica

La dermatite atopica è una malattia della pelle i cui sintomi si manifestano molto comunemente nei bambini e spesso compare entro il primo anno di vita. Causa prurito, gonfiore e calore della pelle. È altrettanto comune sentire chiamare questa patologia con altri nomi come:

  • eczema
  • dermatite
  • eczema atopico

Per evitare confusione, useremo il termine medico dermatite atopica.

Se un bambino viene colpito durante il primo anno di vita, la sua pelle, nelle zone interessate, apparirà secca e con incrostazioni. Le aree più soggette a dermatite atopica sono il cuoio capelluto, la fronte ed il viso.
A prescindere dall’area colpita, la dermatite atopica risulta estremamente pruriginosa ed i bambini cercheranno sollievo grattandosi non solo con le mani, ma anche sfregandosi su letti, divani e tappeti.
Il prurito può essere talmente intenso da non permettere loro di dormire e lo sfregamento continuo può portare a infezioni della pelle.
È importante curare la pelle, perché i sintomi della dermatite atopica tendono a durare a lungo ed il trattamento può alleviare molto i fastidi che provocano.

Segni e sintomi della dermatite atopica

La malattia si manifesta in maniera diversa a seconda che siano neonati, bambini o adulti a soffrirne. Il seguente schema può aiutarti a capire quali sono i segni (quello che vedi) ed i sintomi (quello che si sente) della dermatite atopica per ogni gruppo di età.

 

Chi ne soffre e perché

Tra il 10% ed il 20% dei bambini di tutto il mondo soffre dei sintomi della dermatite atopica. Per quanto riguarda gli adulti, solo tra l’1% ed il 3%. Qualunque tipo di colore della pelle può essere colpito da questa malattia, molto più diffusa oggi di quanto non lo fosse 30 anni fa.

I dermatologi ed i ricercatori non riescono a spiegare il perché, ma sanno che alcuni bambini e neonati corrono un rischio maggiore di esserne colpiti rispetto ad altri. I seguenti fattori sembrano aumentare il rischio di poter sviluppare la dermatite atopica in alcuni soggetti:

  • casi in famiglia di dermatite atopica, asma o febbre da fieno
  • ambiente in cui vive il bambino: vivere in un paese industrializzato, nelle città (specialmente in quelle con un alto livello di inquinamento) o in un clima freddo sembra contribuire ad aumentare il rischio. Per esempio, i bambini giamaicani che vivono a Londra sembrano essere molto più inclini a sviluppare la dermatite atopica rispetto a quelli che vivono in Giamaica.
  • sesso: le femmine sono leggermente più inclini allo sviluppo della malattia rispetto ai maschi
  • età della madre alla nascita del bambino: quando il bambino nasce dopo quella che è considerata l’età ideale per la gravidanza di una donna, ha più probabilità di incorrere nella dermatite atopica
  • classe sociale: la dermatite atopica sembra più comune nelle classi sociali elevate.

Che cosa causa la dermatite atopica?

I ricercatori stanno ancora cercando quale sia la causa della dermatite atopica. Attraverso vari studi si è appreso che:

  • non è contagiosa
  • si trasmette ereditariamente
  • più fattori contemporaneamente contribuiscono al suo sviluppo (genetica, l’ambiente in cui si vive ed il modo in cui il sistema immunitario lavora)

Ci sono cibi che causano la dermatite atopica?

Il cibo non causa la dermatite atopica, ma alcuni studi hanno dimostrato che le allergie alimentari possono farla peggiorare. Spesso, i bambini che soffrono di dermatite atopica sono allergici ai seguenti cibi: latte e latticini, noci/nocciole e crostacei.

Diagnosi, trattamento e risultati

Come fanno i dermatologi a diagnosticare la dermatite atopica?

Come prima cosa, per accertarsi che si tratti di dermatite atopica, il dermatologo osserva la pelle del bambino ed in un secondo momento approfondirà la questione con domande sull’ambiente di vita.
A volte si eseguono patch test (cerottoreazione), verifiche che normalmente servono ad individuare le allergie. Alcuni studi dimostrano che alcuni allergeni possono contribuire a far peggiorare la dermatite atopica.

Come curare la dermatite atopica?

Il trattamento non cura la dermatite atopica ma può aiutare a tenerla sotto controllo. La terapia è importante perché può:

  • prevenire un peggioramento
  • dare sollievo alla pelle riducendo il dolore ed il prurito
  • ridurre lo stress
  • fermare l’indurimento della pelle

Un piano di trattamento completo spesso prevede contemporaneamente l'utilizzo di macchinari, la cura della pelle e cambiamenti nello stile di vita.

Risultato

Studi hanno dimostrato che la dermatite atopica tende a svilupparsi nei neonati o nei bambini piccoli e a migliorare con il tempo. In alcuni bambini, il disturbo scompare completamente intorno ai due anni di età.

Consigli su come lavare la pelle

  • lava il tuo bambino con acqua tiepida - non calda
  • lascia il bambino nel bagnetto per 5-10 minuti, non più a lungo
  • usa il detergente quando ce n’è bisogno ed assicurati che sia neutro e privo di profumi
  • dopo il bagnetto, tampona il tuo bambino con gentilezza per asciugarlo
  • se è stata prescritta una crema da applicare sulla pelle, è bene farlo quando la pelle del bambino è quasi asciutta, seguendo le indicazioni riportate sul foglietto illustrativo o sulla confezione
  • spalma una crema idratante sopra la crema medicale ed anche sul resto del corpo

Consigli per dare sollievo

  • per risultati migliori, applica la crema idratante almeno due volte al giorno. Previene la secchezza della pelle e la formazione di crepe
  • fai attenzione a mantenere le unghie del tuo bambino ben corte e limate, evitando che le stesse graffino la pelle. Far indossare dei guanti di cotone al tuo bambino durante la notte è un buon metodo per evitare fastidiose conseguenze dovute allo sfregamento
  • mantieni la temperatura e l’umidità a dei livelli normali per evitare che l’aria si secchi troppo o che il bambino sudi eccessivamente

Consigli per il lavaggio degli indumenti

  • usare un detergente ideato per le pelli sensibili può portare benefici
  • usa la quantità di detergente raccomandata
  • usa abbastanza acqua per un risciacquo adeguato
  • compra vestiti senza etichette o rimuovile accuratamente, per evitare che le stesse graffino sulla pelle provocando prurito ed irritazione
  • lava i vestiti nuovi del tuo bambino prima di farglieli indossare

Cliente Fidato, Cliente Premiato!

Il programma di raccolta punti Allergosystem ti da la possibilità di ottenere degli sconti sui tuoi acquisti nel nostro store.
Scopri come accumulare facilmente i punti!

Test clinici
attestano l'efficacia dei nostri prodotti
Catalogo Allergosystem
Sfoglia o scarica
FAQ
Leggi le domande