-

Spedizioni gratuite per ordini superiori a 50,00 € in tutta Italia con corriere espresso - RESO GRATUITO

Dormire bene ed essere riposati è importante per affrontare la giornata con la giusta carica ed è un aspetto molto importante per la nostra salute sotto tanti punti di vista.

Mediamente il nostro corpo ha bisogno di dormire e riposare tra le 7 e le 9 ore a notte e il sonno è naturalmente concentrato nelle ore notturne (dal tramonto all’alba) per la maggior parte di noi. Chi lavora di notte o su turni o chi si sposta frequentemente in aereo su lunghe distanze, cambiando il fuso orario, deve garantire al proprio corpo il giusto recupero per avere le ore minime di sonno.

I disagi del sonno sono molto diffusi, ma quali sono le cause? Sono tanti, vediamoli insieme e come si può correre ai ripari. 

Perché è importante dormire bene la notte?

La qualità della vita dipende anche dal fattore sonno: dormire bene è necessario per vivere bene e mantenere alta la qualità della nostra quotidianità.

Il sonno è un meccanismo naturale, che rappresenta per gli esseri viventi un momento di pausa e rigenerazione, sia fisica che mentale. Come mangiare e bere, dormire è un bisogno primario, non possiamo vivere senza! Purtroppo, è facilmente condizionabile da fattori organici, psicologici o ambientali e quando non si dorme le ripercussioni si sentono perché le prestazioni del nostro cervello sono più basse, più lente, non riusciamo a concentrarci, siamo stanchi e non siamo lucidi in quello che facciamo. Si tende a considerare il sonno importante ma non fondamentale e sacrificare le ore di sonno per altre attività, lavoro, socialità, sport, ecc. Dormire non è una perdita di tempo e ci accorgiamo della sua importanza solo quando non riusciamo a farlo più.

Durante il sonno i nostri ritmi biologici rallentano, l'organismo recupera le energie spese durante la giornata, il cervello riduce al minimo la sua attività, la temperatura si abbassa, il metabolismo rallenta, la pressione sanguigna si stabilizza e i tessuti si rigenerano. Le ore di sonno danno una nuova linfa alla memoria e ci rendono più vigili e attenti.

Cosa succede quando si dorme male?

Secondo una ricerca dell’Università Carnegie Mellon di Pittsburgh - negli Stati uniti - e pubblicata sulla rivista scientifica Archives of Internal Medicine, dormire bene è un modo per rafforzare le difese immunitarie ed evitare il raffreddore! Le nostre difese immunitarie, se siamo riposati, funzionano meglio.

Quali sono le conseguenze del dormire poco e/o male?

  • Cattivo umore
  • Facile irritabilità
  • Difficoltà nella concentrazione e nell’apprendimento
  • Perdita della memoria
  • Alterazione della capacità decisionale
  • Calo di interesse per le attività di tutti i giorni 
  • Tremori
  • Viso gonfio e pallido

Una privazione a lungo termine del sonno può portare a conseguenze più gravi, come ictus, infarti, diabete, obesità e ipertensione e si ha maggiore propensione a sviluppare stress, ansia, depressione, attacchi di panico, paranoia e altre patologie psichiatriche.

Se ci sono problemi prolungati con il sonno, stanchezza diurna o insonnia è bene parlarne con il proprio medico. 

Perché si dorme male: i disturbi del sonno più comuni

Una condizione di mancanza o assenza di sonno è definita privazione di sonno. Dormire, come già accennato, è fondamentale per la salute e per il benessere psico-fisico.

Perché la carenza del sonno si manifesta? I motivi possono essere diversi:

  • Non si dorme abbastanza
  • Non si ascolta il proprio corpo sulla frequenza e la durate del sonno
  • Non si dorme bene e di conseguenza non ci si riposa abbastanza
  • È presente un disturbo del sonno

Quali sono le cause di un riposo non adeguato?

  • Scelta personale: ci sono alcune persone che scelgono di rimanere svegli la sera per divertirsi, socializzare, ecc.
  • La camera da letto scomoda e un materasso non idoneo possono influire anche sul sonno.
  • Temperature estreme, la quantità di luce oppure i suoni eccessivi.
  • Cattive abitudini, come caffeina, alcool e l’utilizzo di dispositivi elettronici poco prima di coricarsi.
  • Lavoro su turni, che può interrompere il naturale ciclo del sonno
  • Malattie, come influenza, problemi all’apparato respiratorio, dolori, ecc.
  • Disturbi del sonno
  • Farmaci che possono causare insonnia

Consigli per dormire meglio

Quando si parla di sonno, il fabbisogno di riposo è una caratteristica individuale. Ognuno di noi ha esigenze diverse, che cambia da individuo a individuo e anche nella stessa persona possono variare a seconda dell'età e del momento della vita.  Esistono, però, regole universali che conciliano il benessere e il sonno. Quali sono?

  1. Dormire tra le 7 e le 8 ore a notte, mentre per i bambini è tra le 10 e 12 ore a notte
  2. Non dormire troppo nel weekend 
  3. Cerca di coricarti sempre alla stessa ora 
  4. Pisolini pomeridiani sì, ma non troppi 
  5. Fai attività rilassanti prima di andare a letto
  6. Spegni i dispositivi elettronici, la luce del display disturba il sonno
  7. Cena leggera equivale a sonno pesante: ricordiamoci che la digestione influisce sul sonno
  8. Evita le grandi quantità di caffè e alcol 
  9. Non fare attività fisica nelle tre ore che precedono il momento di andare a dormire

Queste “regole” sono un aiuto per non ritrovarsi svegli e già stanchi la mattina, compromettendo il proprio umore, le azioni di tutti i giorni e le relazioni sociali.

Il ruolo di una copertura antiacaro per una buona dormita

Hai difficoltà ad addormentarti la sera? E quando ti alzi la mattina hai naso chiuso, occhi arrossati, difficoltà di respiro e disturbi alla pelle? Potresti essere allergico all’acaro della polvere e ai suoi allergeni.

Gli acari della polvere sono piccolissimi organismi invisibili all’occhio umano, di dimensioni fra i 200 e i 400 millesimi di millimetri. I loro allergeni sono responsabili di circa il 75% delle allergie respiratorie e provocano disturbi tutto l’anno. 

Nelle nostre case si annidano in materassi, cuscini, coperte, piumoni, tappeti, moquette e imbottiture d’arredamento. Ecco perché il consiglio è mettere sui nostri letti coperture antiacaro.

Coprimaterasso, copricuscino e copripiumone: una copertura da letto antiacaro crea una barriera impenetrabile tra noi e gli acari della polvere e i loro allergeni. La fitta trama del tessuto forma questa barriera antiacaro, infatti gli spazi tra un filo e l’altro di tessuto sono più̀ piccoli dell’allergene per trattenerlo e non farlo così fuoriuscire. I nostri tessuti filtrano tutte le particelle superiori a cinque micron, che è la misura degli allergeni dell’acaro della polvere!

La biancheria antiacaro per essere efficace deve racchiudere completamente a sacco il materasso, il cuscino o gli imbottiti e con l’apposita chiusura ermetica con cerniera blocca fino al 99.99% degli allergeni contenuti nella polvere.

Per una migliore qualità della vita dei soggetti allergici, è importante coprire tutti i materassi e gli imbottiti della casa ed evitare così che gli acari della polvere e i loro allergeni passino da un letto all’altro, da una stanza all’altra. Per il benessere della famiglia abbiamo pensato a set completi antiacaro, comprensivi di coprimaterasso, copricuscino e copripiumone sia per letti matrimoniali, singoli e/o a una piazza e mezza.                              

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto alla comparazione